Energia – Progetto 1


Riparazione trasformatore ermetico zuccherificio Aarberg

Daniel Schmid, Direttore dei lavori/responsabile di progetto junior, Impianti ad alta tensione, Ostermundigen Martin Zimmermann, Responsabile di progetto, Svizzera nordoccidentale, Luterbach

Arnold AG esegue la manutenzione annuale degli impianti MT e AT nello zuccherificio di Aarberg per Schweizer Zucker AG. Durante la stagione delle barbabietole del 2019 l’ispezione termografica ha rivelato un danno a un trasformatore, successivamente riparato.

Arnold AG intrattiene una relazione commerciale di lunga data con Schweizer Zucker AG, per la quale da decenni svolge lavori di manutenzione nello zuccherificio di Aarberg, con una portata e una periodicità definite in un apposito contratto. Per il 2019 era in programma un’ispezione termografica fissata nella stagione delle barbabietole, quando lo zuccherificio è in piena attività. Di regola i lavori di manutenzione vengono eseguiti quando i siti industriali sono in revisione, ma nel caso specifico si mirava all’individuazione termografica dei punti caldi sui componenti elettrici dell’impianto, che diventano più evidenti con un carico maggiore, ovvero nei periodi di picco. Il controllo dei collegamenti elettrici ha richiesto la massima cautela, per evitare errori di manipolazione e scosse elettriche, poiché è stato necessario rimuovere alcune coperture dalle attrezzature in funzione. L’ispezione termografica nello stabilimento si è protratta per circa due giorni e ha incluso l’esame di numerosi componenti dell’impianto elettrico, tra cui compressori, trasformatori, impianti di distribuzione e armadi elettrici. L’ispezione ha rilevato una temperatura estremamente elevata e inammissibile di 183 °C sul collegamento a bassa tensione di un trasformatore ermetico da 16/0,4 kV, dovuta a una cattiva resistenza di contatto. Il surriscaldamento aveva già danneggiato il sistema di tenuta del trasformatore, rendendo inevitabile la riparazione. A tal fine il reparto manutenzione dell’unità operativa HSA ha contattato l’unità operativa della Svizzera nordoccidentale. Dopo l’ispezione del trasformatore da 1000 kVA sul posto è emersa la domanda se una riparazione sarebbe stata sufficiente o se era necessaria una sostituzione. Pertanto, il dispositivo è stato esaminato in officina. I risultati dell’analisi hanno fatto propendere per la prima soluzione.

Fun Fact:

Il progetto si è distinto per l’eccellente clima di collaborazione all’interno del team Arnold. Grazie alle sinergie tra i reparti manutenzione e progettazione è stata raggiunta la soluzione economicamente migliore, con un risparmio di tempo per il cliente in termini di organizzazione e valutazione.

Nel corso dell’intervento di riparazione, Arnold ha rimosso i vecchi elementi di tenuta del trasformatore e pulito la superficie, passando poi alla pulizia della parte attiva, asciugata sottovuoto. Si sono controllati tutti i collegamenti a vite, l’inchiavettatura delle bobine e i commutatori, mentre l’olio nuovo è stato aspirato anche in questo caso con un procedimento a vuoto. Gli effetti della temperatura eccessiva hanno richiesto anche la pulizia del collegamento di bassa tensione da 0,4 kV al sistema di alimentazione a binario elettrificato. Anche i connettori piatti in rame da 960 mm2 sono stati sostituiti e Arnold ha concluso il lavoro a regola d’arte, riverniciando il trasformatore.

Condividi l’articolo

Anche questo potrebbe interessarti

Top thema «Mobilità»