Trasporti Progetto 3


Calibrazione nel tunnel FFS dello Zimmerberg

Martin Bürgler Responsabile di progetto, Linee ad alta tensione, Luterbach

All’inizio del 2020 Arnold AG, su commissione di Nexans Schweiz AG e insieme a Leoni Studer AG, ha effettuato la calibrazione del sistema di condotte nella galleria di base FFS dello Zimmerberg. In una seconda fase nella primavera del 2021 saranno posati due sistemi di cavi da 132 kV tra Zurigo e Kilchberg.

La sottostazione FFS di Zurigo (132/15 kV) attualmente è alimentata solo dalla sottostazione di Seebach. Per garantire la sicurezza dell’alimentazione nell’area della stazione centrale di Zurigo, in vista di bisogni futuri che cresceranno e cambieranno, deve essere realizzata un’immissione supplementare da sud, in particolare dalla sottostazione di Sihlbrugg. La nuova linea di alimentazione sarà implementata per lo più come linea aerea. Per il tratto tra Kilchberg e la sottostazione di Zurigo si stanno posando due linee ad anello da 132 kV, anche se solo una di queste è attualmente in uso. La maggior parte del nuovo impianto cavi si trova nel tunnel di base dello Zimmerberg (ZBT) tra il portale di Zurigo e l’uscita di emergenza a Kilchberg. Al fine di garantire il corretto funzionamento del sistema di condotte, realizzato durante la fase di costruzione del ZBT, le FFS hanno deciso di commissionare una calibrazione. Nel corso di questa operazione sono state registrate e valutate anche le lunghezze definitive dei cavi e la massa dei pozzetti per manicotti e flange. All’inizio del 2020 il consorzio comprendente Nexans (come principale fornitore di servizi), Arnold e Leoni si è aggiudicato il contratto per la calibrazione del sistema di condotte costruito nel ZBT nel 2002. Dato che per la calibrazione era già stata pianificata una finestra temporale di tre settimane di lavoro notturno a marzo 2020, la fase di preparazione del lavoro (AVOR) doveva essere avviata immediatamente dopo l’ordine da parte delle FFS per non incorrere in ritardi. Insieme a Sersa, Leoni ha organizzato in breve tempo le unità di trazione ferroviaria necessarie e i servizi di sicurezza di Securitrans. Arnold si è occupata dell’esecuzione della calibrazione e ha fornito le macchine e il personale di montaggio richiesti.

A causa della lunghezza di tratti di tubo fino a 1400 metri, è stato necessario utilizzare compressori di dimensioni corrispondenti per soffiare il dispositivo di calibratura. Per prevenire guasti a una macchina o a un utensile, tutte le attrezzature sono state gestite in modo ridondante. Così si sono dovuti installare complessivamente quattro sistemi di tiraggio sulle unità di trazione ferroviarie per non compromettere la continuazione del turno di notte in caso di guasto a una macchina. Un’ulteriore complicazione è stata la tempistica di lavoro serrata. Il tunnel poteva essere aperto ai lavori solo dalle 00:15. Dopo la preparazione, le operazioni di sgancio delle trattrici, la messa in sicurezza dei binari e la messa a terra delle linee aeree, la calibrazione prevista poteva partire solo verso le 00:45. Ma il tunnel doveva essere riaperto per i primi treni già alle 05:10, lasciando un tempo operativo netto di sole 3,5 ore circa. Oltre al breve lasso di tempo AVOR tra l’ordine e l’esecuzione e alla tempistica serrata per i lavori nel tunnel dello Zimmerberg, si sono aggiunte anche le restrizioni imposte dalle misure federali di sicurezza e salute. Il coordinamento strategico delle risorse umane, pertanto, ha svolto un ruolo ancora più importante. Attraverso una buona preparazione e grazie alle ottime prestazioni del team alla fine tutto ha funzionato bene. Gli ultimi due tratti di tubo sono stati addirittura calibrati in un solo turno di notte. Così il sottoprogetto è stato completato appena in tempo prima della chiusura del cantiere da parte delle FFS a causa delle misure anti-Covid-19.

Condividi l’articolo

Anche questo potrebbe interessarti

Top thema «Mobilità»