Energia – Progetto 4


Anche le gru invecchiano

Ahmet Soysal

Responsabile di progetto, Svizzera nordoccidentale, Pratteln

Basilea e in particolare i porti svizzeri sul Reno sono uno snodo di enorme importanza per il trasporto delle merci e per il settore logistico.

Contargo GmbH & Co. KG è un fornitore di servizi logistici attivo a livello internazionale che effettua trasporti tra i porti marittimi e l’entroterra europeo con soluzioni trimodali e tutti i servizi aggiuntivi associati (ad esempio depositi di container vuoti e riparazioni). Contargo movimenta circa 2,1 milioni di TEU all’anno nella sua rete. Questo significa 24 terminali, quattro linee di navigazione e diversi collegamenti ferroviari lungo il Reno e i suoi importanti affluenti fino alla Svizzera. Arnold ha già avuto l’opportunità di realizzare diversi progetti nei porti renani di Basilea. La commessa Contargo è nata da un precedente progetto. Siamo stati consigliati dopo aver collegato una macchina di sollevamento da 240 tonnellate per Rhenus Logistics AG nel bacino portuale 1, messa poi in funzione insieme al fornitore dalla Finlandia. Al bacino portuale 2 la società Contargo si occupa dello scarico e del carico di navi container e camion. La gru che movimenta i container è il loro strumento più importante, perché un suo guasto significherebbe perdite immense e ritardi in tutta la catena di approvvigionamento. Questo rende ancora più importante la manutenzione regolare della gru, tra l’altro urgentemente necessaria viste le condizioni riscontrate: i cavi che vanno dal tamburo avvolgicavo alla cabina tecnica a un’altezza di 24 metri erano obsoleti e dovevano essere sostituiti.

Fun Facts:

Molti clienti che ci conoscono sanno che ci occupiamo di posare cavi e fare lavori alle reti. Il progetto ha dimostrato che è possibile incontrarci anche in posti inaspettati ovvero in quota, a 24 metri di altezza su una gru.

Nell’ambito di questo «progetto aereo», la gru per container è stata alimentata in media tensione tramite una linea a tamburo motorizzata. L’incarico prevedeva la sostituzione e il collegamento dei cavi il sabato, dato che la gru è in funzione praticamente 24 ore su 24 dal lunedì al venerdì. Una prima riunione si è tenuta a gennaio 2020. Dopo l’aggiudicazione della commessa, l’esecuzione dei lavori è stata programmata per un sabato di metà marzo. Sfortunatamente, il Covid-19 ha messo i bastoni tra le ruote, così il cliente ha improvvisamente rinviato la realizzazione dell’incarico. Quando le misure sono state allentate, si è fissata la data del 4 luglio. La sfida più grande è stata l’altezza di 24 metri. Abbiamo dovuto ottenere in anticipo un’autorizzazione speciale per lavorare con una piattaforma aerea a cestello. Inoltre, il nostro personale doveva essere addestrato e, naturalmente, non soffrire di vertigini. Grazie alla buona collaborazione con il cliente e alla pianificazione ottimale, il progetto è stato completato in un giorno senza alcuna complicazione. I cavi di 17 anni sono stati rimpiazzati, collocati e protetti per durare almeno altri 17 anni. Il piacevole tempo soleggiato e la posizione sul Reno sono stati una bella motivazione per i nostri montatori.

Condividi l’articolo

Anche questo potrebbe interessarti

Top thema «Mobilità»