Trasporti Progetto 4


Deviazione San Gallo: un’autostrada in container

Peter Casparis Responsabile settore, Curea Elektro AG, Landquart

Un sottoprogetto per il risanamento dell’autostrada urbana di San Gallo è diventato la più grande commessa di sempre per Curea AG. Aggiudicandosi l’appalto USTRA, per Curea è iniziata una fase di implementazione impegnativa ma avvincente che ha messo alla prova la sua flessibilità ed efficienza.

L’autostrada A1 è l’arteria stradale più importante per la città di San Gallo, rappresentando più dell’80% di tutta la circolazione urbana (traffico di destinazione, di origine e interno). Poiché le capacità dell’autostrada, operativa da oltre 30 anni, vengono superate su singoli tratti nelle ore di punta, l’intero tratto urbano tra Winkeln e Neudorf, compresi gli svincoli Kreuzbleiche e St. Fiden, doveva essere risanato. Quest’opera garantirà il funzionamento sicuro dell’infrastruttura per altri 15-20 anni. Nell’ambito di questo grande progetto, l’Ufficio federale delle strade (USTRA) ha indetto una gara d’appalto per un sottoprogetto che prevede la posa di cavi temporanei in centrali, in sezioni con tunnel e in parti del tracciato aperto. Dopo che tre aziende hanno presentato un’offerta, l’USTRA ha assegnato la commessa a Curea Elektro AG nel dicembre 2018 dopo un periodo di verifica di due mesi. Tutti hanno applaudito Curea per essere riuscita a vincere la gara d’appalto, che diventerà il suo progetto più grande e impegnativo finora realizzato. A causa dei tempi estremamente serrati, è stato necessario rinunciare a una pianificazione completa e iniziare invece immediatamente con l’approvvigionamento dei materiali, le richieste ai fornitori e il montaggio dei tubi. Nel corso dei lavori ci sono stati momenti in cui più di 20 collaboratori con due direttori di cantiere lavoravano su due turni giorno e notte. Per coprire queste esigenze di personale, Curea ha collaborato con Arnold AG e Baumeler AG, avvalendosi del consorzio risorse «ABC».

Fun Facts:

Una buona squadra è la base per ogni lavoro ben fatto. E anche questo caso lo ha dimostrato. Grazie al pieno impegno di tutti i collaboratori e alla rapida formazione di team con persone che normalmente non lavorano insieme spesso, è stato possibile portare a termine questo progetto senza incidenti.

Dopo il completamento delle misure nell’ambito dei lavori preliminari, gli EES sono pronti a garantire il funzionamento durante i lavori principali per l’UPlaNS (Piano di manutenzione delle strade nazionali). A questo scopo Curea ha costruito strutture temporanee lungo il tratto autostradale, ha installato 16 km di tubi temporanei e ha tesato 140 km di nuovi cavi. Poiché anche la vecchia centrale Olma con i suoi aggregati e armadi di distribuzione è stata rinnovata e in parte ricostruita, sono stati aggiunti prolungamenti provvisori dei cavi e due grandi trasformatori per mantenere operativa la centrale. Complessivamente si trattava di una grande quantità di materiale che doveva essere posato temporaneamente o montato. In collaborazione con l'USTRA e lo studio di ingegneria eyebq engineering AG, Curea ha progettato dieci container per custodire l’attrezzatura tecnica per gli EES. Dal disegno alla consegna dei container dall’estero sono passati dai due ai tre mesi. I container pesavano tra le cinque e le sette tonnellate e sono stati sollevati sul tetto della vecchia centrale Olma grazie a una autogru. Dalla centrale Olma alla centrale Blumenwies i lavori di risanamento sono stati eseguiti e completati nei tempi previsti alla fine di ottobre 2020 grazie agli sforzi congiunti, all’efficienza e alla grande motivazione di tutti i collaboratori. In futuro ci sarà un’altra gara d’appalto USTRA per organizzare lo smantellamento delle strutture temporanee create con i container. Fino a quel momento Curea continuerà a essere responsabile della loro manutenzione per tutta la durata del contratto fino alla fine del 2021, anche dopo il trasferimento e l’installazione. In questo modo Curea e i suoi partner del consorzio risorse «ABC» daranno un prezioso contributo al mantenimento dell’infrastruttura e della qualità della vita nella città di San Gallo. Questa esperienza interessante e varia rimarrà sicuramente nei nostri ricordi.

Condividi l’articolo

Anche questo potrebbe interessarti

Top thema «Mobilità»