Energia – Progetto 13


Rotazione di una linea ad alta tensione

Urs Rappo Responsabile montaggio, Linee ad alta tensione, Ostermundigen

Arnold ha risolto il problema di un campo magnetico troppo forte tra due linee nella rete di trasmissione di Swissgrid. L’ottimizzazione dell’ordine delle fasi ha incluso la rotazione e il collegamento in altra sede dei cavi conduttori nonché l’installazione di distanziatori di fase.

Swissgrid, operatore della rete di trasmissione elettrica svizzera e cliente di lunga data di Arnold AG, nel quadro di una gara d’appalto con procedura mediante invito ha commissionato all’azienda un progetto di ottimizzazione delle fasi nella sua rete di trasmissione. Verso la fine del 2018, il CERN ha effettuato una simulazione ORNI sulla rete di trasmissione, scoprendo la presenza di due linee con un campo magnetico superiore a 1 µT in un punto sensibile. Per ridurre al minimo questo sforamento dei limiti è stato necessario adeguare di conseguenza la disposizione delle fasi, come previsto dall’articolo 16 dell’allegato 1 dell’ORNI, tenendo conto del loro stato tecnico e delle condizioni operative.

Il bando di gara di Swissgrid comprendeva tutti i servizi di installazione necessari all’ottimizzazione delle fasi nella sottostazione di Verbois e sulla linea TR1630 Verbois-Frontière. La concordanza di fase è stata ripristinata disattivando nuovamente le fasi in corrispondenza della linea TR1631. In questo modo l’ottimizzazione è avvenuta al di fuori del territorio francese. Il via ai lavori è stato dato il 27 agosto 2020, mentre la vera e propria operazione di riposizionamento ha avuto luogo il 7 ottobre, quando il responsabile del progetto Urs Rappo e i suoi installatori hanno potuto allestire il cantiere nella sottostazione di Verbois. Nei due giorni seguenti i conduttori, che con una sezione di 846 mm2 erano al di fuori di qualsiasi misura standard, sono stati riposizionati, allineati, regolati e infine riordinati. Lunedì 12 ottobre il team di Arnold ha spostato il cantiere nel bosco «Bois de sous Villars», dove i montatori hanno controllato e messo a terra le linee nonché installato i macchinari necessari. Martedì e mercoledì sono stati dedicati alla rotazione in senso orario dei singoli cavi conduttori, poi riposizionati in successione. La loro regolazione ha avuto luogo già il giorno successivo, assieme al fissaggio dei distanziatori di fase, al rimontaggio dei separatori dei conduttori a fascio e allo smantellamento del cantiere. L’operazione è terminata con i lavori di pulizia e il ritorno del cantiere a Wimmis, concludendosi il 16 ottobre 2020. Il progetto si è svolto senza imprevisti, nonostante la sfida rappresentata dalla sezione dei cavi conduttori, grazie alle condizioni quadro chiaramente definite e, naturalmente, soprattutto alla grande flessibilità e motivazione del team Arnold.

Condividi l’articolo

Anche questo potrebbe interessarti

Top thema «Mobilità»